Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
SyncQ tronn (storia)
#1
Se i ricordi cambiano il passato;
i desideri cambiano il presente;
che cosa cambia il futuro...?

In un mondo chiamato Errat governato da strane regole di gioco online, una piccola ma luminosa draghetta ed un forte ma cupo spadaccino, iniziano il loro nuovo percorso per il tanto sperato ritorno a casa ed il ricongiungimento finale con la loro tanto rimpianta “famiglia” perduta.


...ma alla fine soprattutto...viva le cameriere!! 

[Immagine: 195117587-176-k11118.jpg]

Cap. 0 - Incipit
Cap. 0 - Prologo
Cap. 1 – Il cucciolo di drago e lo spadaccino senza spada
Cap. 2 – Il drago signore delle tempeste
Cap. 3 – La maid errante che tesseva i nodi del tempo
Cap. 4 – La luce del nome che non posso rivelare (sezione 1)
Cap. 4 – La luce del nome che non posso rivelare (sezione 2)
Cap. 5 – La Capitale dalla splendente oscurità
Cap. 6 – L’assalto delle Kitsune
Cap. 7 – Io sarò la luce per la tua oscurità! Io sarò la luce del tuo cammino!
Cap. 8 – Il giorno in cui il mio cammino si oscurò. 1°parte: Zeno l’Eroe
Cap. 9 – Il giorno in cui il mio cammino si oscurò. 2°parte: Zeno il Traditore
Cap. 10 – Zeno…sei il peggiore dei peggiori tu!!
Diritti di Pubblicazione: Novel World Italia 
Cita messaggio
#2
Ciao! Già dieci cap, non male!

Sarà dura leggerla per me essendo un'opera molto... particolare. Però, per cominciare:

"Alcuni poi l'ho soddisfano è ne rimangono delusi, ma alcuni l'ho trovano solo al culmine della vita." 

Questi errori sono voluti (per qualche arcano motivo)? In caso contrario, correrei a correggerli c:
Cita messaggio
#3
Ciao! 
Eh sì, grazie, mi è sfuggito... Corro-corro! (๑Ò ꄱ Ó๑)!!!
Beh...ma se per te è dura, non ti obbligo però in nessun caso a leggerla. Anzi!
Io l'ho pubblicata solo per sapere se al pubblico, una storia di questo genere e stampo avrebbe potuto avere in qualche modo un futuro...diciamo che è un test... 
Poi sta a te decidere se vuoi...certo mi sarebbe piaciuto anche con le illustrazioni, ma se alla fine ti fa anche solo piacere la storia o i personaggi io sono contento.
Se ti va, io ti ringrazio, ma se non ti va ti sconsiglio da subito di iniziare...(─‿─)
Cita messaggio
#4
Sinceramente, io partirei ritoccando già l'incipit, che risulta: lungo, pieno di ripetizioni, spesso sconnesso, di difficile comprensione.
Sinceramente, punterei a una cosa del genere:

Un desiderio... 
Qualcosa di così semplice ma, allo stesso tempo, di così complesso.

Tutti ne hanno almeno uno e tutti cercano di raggiungerlo (??). <in genere si raggiunge un obiettivo più che un desiderio>.

Molti anche ce la fanno a realizzarlo, ma molti si perdono nel tentativo. -> Alcuni riescono nell'impresa, altri invece finiscono per perdere loro stessi.

Alcuni poi lo soddisfano e ne rimangono delusi, ma alcuni lo trovano solo al culmine della vita. <è un po' troppo ripetitivo e inutilmente lungo. Nonché alquanto difficile come il resto del testo.>

Molti vivono per lui. Tanti muoiono per lui.

Ad alcuni, invece, viene data l'occasione di esprimerne uno, e si accontentano di un semplice paio di mutandine. <meh>

Volenti o nolenti, i desideri governano i destini di tutti gli esseri, giocando con le trame del loro fato. <libera interpretazione, dato che "l'evoluzione" non è assolutamente chiaro come concetto, almeno per il momento>

Saresti disposto a perseguire un desiderio in grado di distruggere te stesso... e il tuo intero mondo?

Queste sono le mie opinioni. E in ogni caso, anche così, è un incipit a mio avviso lungo, noioso e inutile, dato che non dice NULLA sulla novel (che genere è? Di cosa tratta? Chi sono i personaggi? Cosa mi devo aspettare?)
Eviterei l'uso pesante (e a volte errato) dei segni di punteggiatura (sì, sto parlando dei tre puntini che sono ovunque nel testo, anche nei capitoli). Prima o poi leggerò il primo capitolo per bene.
Cita messaggio
#5
<in genere si raggiunge un obiettivo più che un desiderio> (Questo è vero, ma un obiettivo nasce da un desiderio, quindi se raggiungi un obiettivo e perché raggiungi il tuo desiderio. Almeno questo è quello che credo.)

<è un po' troppo ripetitivo e inutilmente lungo. Nonché alquanto difficile come il resto del testo.> (Già è vero, ma è proprio questo che volevo dare, cioè la ripetitività ti fa tenere dentro nella mente certi messaggi, ma la difficoltà e la lunghezza non ti fa ricordare il testo. Cosicché alla fine ti fa incentrare di meno sulle parole e di più sul concetto.)

<Molti vivono per lui. Tanti muoiono per lui.> (Grazie per lo spunto, ma non so, spezzare la frase in mezzo così brutalmente con un punto, mi suona male. Non mi scorre liscio come vorrei. Poi bo non so...)

<Ad alcuni, invece, viene data l'occasione di esprimerne uno, e si accontentano di un semplice paio di mutandine.> (Eh no qui c'è la citazione a Dragon Ball, scusami ma non posso cambiarla, "mutandine femminili" ci deve essere! (๑ >﹏<๑ˇ)

<libera interpretazione, dato che "l'evoluzione" non è assolutamente chiaro come concetto, almeno per il momento> (Beh questo non è del tutto esatto perché i desideri e soprattutto il loro raggiungimento portano ad un cambiamento, ed è il cambiamento, come avviene ad esempio per l'adattarsi ad un nuovo ambiente che lo circonda, che porta una specie ad evolversi. Che sia di svantaggio o di successo.
Ed è anche per questo allo stesso tempo che hai ragione a definire questa una "libera interpretazione", perché è davvero una mia libera interpretazione! Ma questa è anche la mia opera, peraltro fantasy, e non è neanche un trattato scientifico per cui è ovvio che ci siano le mie più libere interpretazioni e concetti lì dentro, che siano giusti o sbagliati.)

<Saresti disposto a perseguire un desiderio in grado di distruggere te stesso... e il tuo intero mondo?> (Scusami se questa la uso con "paradossalmente", perché voglio io stesso che ci sia lì in mezzo una parola con radice "paradosso", perché diciamo che è in linea con alcuni messaggi o elementi della storia.)



Ok, grazie, ho cambiato ed modificato delle frasi con le tue che mi piacevano di più e, se vuoi, ti ho dato anche delle spiegazioni sui concetti e sui perché ho scritto quelle parti in quel modo.
Ah-ha, lo sapevo...! Ne ero certo non ti sarebbero piaciuti i "miei tre puntini di sospensione" e che prima o poi me lo avresti fatto notare. ( ̄∇ ̄)
Però boh a me anche leggendo e rileggendo, mi danno una sospensione del tempo ed una riflessione del pensiero che, né un punto (che ti tronca troppo) né la virgola (che ti ferma poco), mi danno. Perciò... uso quelli. (๑ 。¬ ‿ ¬。๑)
Ed inoltre è certamente vero che nell'incipit della storia in questione non dico praticamente nulla. 
Ad esempio avrei potuto facilmente dire chi e come erano i personaggi, che genere di storia era, quale fosse il messaggio che volevo dare, cosa ti saresti dovuto aspettare...o roba del genere.
Ma io ritengo invece che se dici queste cose fin dall'inizio credo che poi nessuno "ti compra", o almeno in molti meno di come sarebbe stato, come uno "spoiler", perciò mi piace all'inizio lasciare del mistero. Cosa personale ovviamente.
In più non mi piace "spiattellare" troppo le mie convinzioni fin da subito e mi piace pensare che ognuno si faccia la sua idea della storia e dei suoi personaggi preferiti (del tipo "a me piace/non piace quel personaggio/evento perché è gentile" o " premuroso" o "perché è sadico"...), perché so benissimo che a molti potrebbe non piacere, ma spero solo che quelli a cui piace siano di più di quelli a cui non piace.
Comunque sia ti ringrazio per questo tuo messaggio e, certo, prenditi pure tutto il tempo che ti serve per leggere. Se ti va e ti piace, non c'è fretta.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)